previsioni oscar

OSCAR 20I5: Birdman riuscirà a battere Boyhood?

A poche ore dalla Notte degli Oscar, dopo una rovente e imprevedibile Award Season che ha letteralmente animato critici e cine-blogger appassionati, intenti a prevedere i risultati degli Academy Award, si fa sempre più insistente la “voce” che Birdman potrebbe battere a sorpresa ( e meritatamente) Boyhood, il film di Richard Linklater che ha potentemente dominato tutta la Stagione dei Premi, ottenendo numerosi riconoscimenti, tra cui 3 Golden Globe, 3 Bafta, 2 Satellite Awards, 3 premi dalla New York Film Critics Circle Awards, e l’Orso d’argento al Festival di Berlino. Ma andiamo con ordine. Se sono certe le vittorie nelle categorie per i migliori interpreti, tra cui spiccano il premio per la miglior attrice che dovrebbe andare a Julianne Moore per Still Alice, quello per la miglior attrice non protagonista a Patricia Arquette per Boyhood, quello per il miglior attore non protagonista a J.K.Simmons per Whiplash, sorte diversa per la categoria miglior attore dove c’è un testa a testa tra Eddie Redmayne per La teoria del tutto e Michael Keaton per Birdman. Grand Budapest Hotel dovrebbe “accaparrarsi” 4 statuette (miglior costumi della “nostra” Milena Canonero, miglior scenografia, miglior trucco e forse anche miglior sceneggiatura). The Imitation Game potrebbe conquistare solo un premio, e cioè quello per la miglior sceneggiatura non originale a fronte di 9 nominations, mentre Boyhood, assieme al premio come miglior attrice non protagonista, conquisterebbe anche il premio come miglior montaggio. Se American Sniper di Clint Eastwood sembra favorito solo per la categoria miglior montaggio sonoro, Interstellar di Cristopher Nolan dovrebbe sicuramente conquistare l’Oscar per gli effetti speciali, mentre Whiplash si porterebbe a casa anche la stuatuetta per il miglior suono mixato. Nella categoria miglior film straniero la vittoria del polacco Ida è quasi scontata, anche se negli ultimi anni questo premio ha mostrato la sua forte imprevedibilità, dato che non tutti i membri degli Academy riescono a vedere tutti i film in lingua non originale. Nella categoria miglior film d’animazione il favorito sembra essere Dragon Trainer 2 a danno di Big Hero 6, soprattutto dopo la sorprendente esclusione di Lego Movie. Ma veniamo a Birdman. Dopo la vittoria ai Directors Guild Award (il premio del sindacato dei registi) e ai Producers Guild Award (il premio del sindacato dei produttori) ha iniziato ad insinuarsi la possibilità che alla fine sarà proprio Birdman a vincere l’Oscar per il miglior film, dato che una buona parte dei memebri degli Academy è composta da registi e produttori, ma non solo anche la recente vittoria di Michael Keaton agli Indipendent Spirit Award ha fatto balenare il sospetto che il film di Inarritu potrebbe “accapararsi” ben 4 statuette (miglior film, miglior regia, miglior attore e miglior fotografia ad Emmanuel Lubezski, e chissà anche il premio come miglior attore a Michael Keaton come omaggio alla sua carriera di ex-attore di un super eroe?

Ecco di seguito la lista di tutte le previsioni:

Miglior film: Birdman/Boyhood

Miglior regia: A.Gonzalez Inarritu (Birdman)

Miglior attore: Eddie Redmayne (La teoria del tutto)/ Michael Keaton (Birdman)

Miglior attrice: Julianne Moore (Still Alice)

Miglior attore non protagonista: J.K.Simmons (Whiplash)

Miglior attrice non protagonista: Patricia Arquette (Boyhood)

Miglior sceneggiatura originale: Grand Budapest Hotel/Birdman

Miglior sceneggiatura non originale: The Imitation Game

Miglior montaggio: Boyhood

Miglior fotografia: Birdman

Miglior Colonna sonora: La teoria del tutto /The Imitation Game (Alexandre Desplat)

Miglior Canzone: Glory (Selma)

Miglior costumi: Milena Canonero (Grand Budapest Hotel)

Miglior scenografia: Grand Budapest Hotel

Miglior trucco: Grand Budapest Hotel

Miglior montaggio sonoro: American Sniper

Miglior suono mixato: Whiplash

Miglior effetti speciali: Interstellar

Miglior film straniero: Ida (Polonia)

Miglior film d’animazione: Dragon Trainer 2

Miglior documentario: Citizen Four

best actress acdemy award
Immagine

Oscar alla miglior attrice: sarà “Colpa” delle stelle

Per quanto riguarda la categoria miglior attrice i riflettori sono puntati su Shailene Woodley, che a quanto pare sembra essere la grande favorita, grazie alla sua straordinaria interpretazione in The Fault in Our Stars (Colpa delle stelle, che uscirà in Italia il 3I Agosto) in cui interpreta il ruolo di una ragazza sopravvissuta al cancro grazie ad un farmaco sperimentale e che “sperimenta” l’amore in un momento della sua vita in cui la speranza fa i conti con il dolore; film già battezzato come un nuovo e “moderno”  Love Story che fece piangere milioni di spettatori in tutto il mondo. Come spesso accade per i favoriti Shailene, per chi non la conoscesse, oltre ad essere la protagonista di Divergent,  è l’attrice che nel 20I2 fu a sorpresa esclusa dalla categoria come miglior attrice non protagonista nel film di Alexandre Payne, The Descenders (Paradiso Amaro) per cui vinse però un Indipendent Spirit Award e ottenne una nomination ai Golden Globe. Le sue probabili rivali non staranno di certe a guardare, su tutte primeggia la straordinaria Julianne Moore che non ha mai vinto l’Oscar nonostante le sue 4 nomination (Boogie Night, Fine di una storia, Lontano dal Paradiso e The Hours) e che concorrerà con il film di David Cronenberg, Maps to the Stars, con il quale ha già vinto il premio come miglior attrice all’ultimo Festival di Cannes. Seguono Jessica Chastian che ha addirittura ben 3 film come protagonista:  Miss Julie di Liv Ullman, The Disappearance of Eleanor Rigby di Ned Benson e Interstellar di Cristopher Nolan e Marion Cotillard che ha dato un’ulteriore prova di grande attrice nel film Due giorni, una notte dei fratelli Dardenne e che è ormai considerata la “nuova” Claudette Colbert del cinema mondiale. Per il quinto nome i giochi sarebbero aperti, ma molti sperano in una nuova nomination per Helen Mirren protagonista di una deliziosa commedia “culinaria”, The Hundred Foot Journey”.